Archivio Rame Fo

Nel dicembre 2015 l’Archivio Rame Fo è stato dichiarato di interesse storico particolarmente importante. Il 23 marzo 2016 è stata stipulata la Convenzione tra questo Istituto e i proprietari  Dario e Jacopo Fo per il deposito in comodato gratuito dell’archivio Fo Rame e al fine della sua valorizzazione.

Nello stesso giorno, vigilia del 90° compleanno del Maestro Dario Fo, è nato il  Museo Archivio Laboratorio Franca Rame Dario Fo, inaugurato alla presenza del Premio Nobel e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo On. Dario Franceschini e, riaperto al pubblico il 24 febbraio 2018, dopo i necessari lavori di adeguamento strutturale, con i seguenti orari:

 

Da lunedì a venerdì: dalle ore 10.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00;

sabato:                      dalle  ore  8.00 alle ore  13.30             .

 

L’Archivio Rame-Fo è quindi oggi ospitato nei locali dell’Archivio di Stato di Verona e  costituisce un patrimonio di straordinaria rilevanza, composto da copioni, manoscritti, stesure progressive dei lavori svolti, disegni, dipinti, bozzetti, manifesti, copie di contratti, fatture, libri, articoli, costumi, pupazzi, marionette, scenografie, locandine  e fotografie di scena.

Questo ricchissimo insieme di beni culturali ha suggerito di sperimentare un nuovo approccio per la valorizzazione dell’Archivio Rame-Fo, che consentisse l’accesso non solo agli studiosi ma anche a un pubblico più vasto. Per questo è stato offerto uno spazio negli antichi magazzini del grano di Verona, da poco restaurati dalla Fondazione Cariverona per ospitare l’Archivio di Stato, che consenta l’esposizione dei materiali e allo stesso tempo sia un laboratorio per promuovere iniziative e appuntamenti di rilevanza culturale e sociale anche con il mondo universitario e scolastico in generale.

La presenza nella nostra struttura dell’importantissimo Archivio Laboratorio Franca Rame Dario Fo sarà sicuramente foriera di proficue collaborazioni con tutti i luoghi di cultura assisi sul territorio e potrà portare alla realizzazione di ulteriori progetti di valorizzazione del nostro patrimonio. Al riguardo sono stati già avviati e pianificati con il figlio di Dario Fo, Jacopo, e con la direttrice del MusALab, dr.ssa Maria Teresa Pizza, accordi per lo sviluppo di azioni coordinate finalizzate alla valorizzazione del patrimonio archivistico e del teatro per la promozione e diffusione della cultura con il Comune di Verona, L’Ufficio scolastico territoriale di Verona e provincia, l’Università degli studi di Verona e l’Accademia delle Belle Arti e contati sono stati già presi con musei, biblioteche  e associazioni assisi sul territorio per far conoscere le finalità e le enormi potenzialità del neonato Archivio Laboratorio.

Nei nostri depositi vi sono miriadi di documenti che attendono con impazienza di raccontarsi e raccontarci la storia di Verona e del suo territorio. E in tale direzione si ritiene che la sfida più grande che deve affrontare un luogo di cultura come il nostro sia quella di saper coniugare il rigore scientifico con la divulgazione e la creatività artistica di cui l’Archivio laboratorio Franca Rame Dario Fo è portatore e sarà certamente anche promotore.

Per maggiori notizie, si rinvia alla Sintesi del progetto elaborato dalla Direttrice del MusALab, Mariateresa Pizza, in cui vi è il rinvio al sito dell'Archivio digitale Franca Rame.