Avvisi

AVVISO AL PUBBLICO

Per urgenti lavori da effettuarsi nei bagni riservati al Pubblico della sala di studio, la medesima sala sarà chiusa al pubblico mercoledì 12 aprile 2017.

Ci si scusa per il disagio.

                                  LA DIREZIONE

Locandina mostra su Bighignato


COMUNICATO STAMPA

 

            L’Archivio di Stato, in collaborazione con l’Associazione Acheologica di Isola della Scala, inaugurerà sabato 1 aprile alle ore 17.00, presso i locali adiacenti all’ingresso dell’Archivio di Stato di Verona, in via Santa Teresa 12, la mostra dedicata al cartografo Gasparo Bighignato, riprendendo e ampliando un’analoga rassegna cartografica proposta dalla  suddetta Associazione in occasione della trascorsa Fiera del Riso e curata dallo studioso e ricercatore Bruno Chiappa che è anche il curatore della mostra e del catalogo che saranno presentati  il primo aprile.

            Questa iniziativa si pone in continuità con altre promosse o patrocinate dall'Archivio di Stato e in piena adesione alla prima edizione della Giornata nazionale del Paesaggio opportunamente introdotta il 14 marzo dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

            Gasparo Bighignato (Minerbe 1655- Verona 1728) è considerato  dagli studiosi della materia come l’iniziatore di una corrente “decorativista” e fu personaggio di notevole versatilità. Seguì il padre nella professione notarile, ma studiò anche pittura sotto la guida di Andrea Voltolini e Santo Prunati, e scienze matematiche, sotto la guida di mons. Francesco Bianchini.

            Divenne così perito Straordinario dei Provveditori veneti sopra i Beni Inculti e primo ingegnere della città di Verona, incarico, quest’ultimo, che ricoprì dal 1693 alla morte e che fu per lui prioritario. Come primo ingegnere si occupò soprattutto di questioni inerenti la sicurezza dell’Adige, partecipando anche al vivace dibattito sulla sua “regolazione” che caratterizzò la prima metà del Settecento. Con queste qualifiche firmò un notevole numero di disegni commissionatigli dalle autorità venete, da quelle veronesi, e anche da una clientela che annovera le più note casate veronesi (Giusti, Serego, Malaspina, Verità ecc) ed alcuni patrizi veneziani (Grimani e Zenobio).

            La mostra si propone di valorizzare e di far meglio conoscere una figura di indubbia importanza per lo studio del territorio veronese  ma finora poco indagata .

            La cifra stilistica di Bighignato risiede soprattutto nella vena decorativista e pittorica presente nella sua cartografia spesso caratterizzata dall'inserimento di particolari ornamentali e strutture architettoniche che fanno delle sue carte «delle vere e proprie opere d'arte». La sua abilità pittorica si evidenzia anche nei protocolli notarili rogati nell'esercizio della professione di notaio che Bighignato svolse accanto a quella di cartografo e di ingegnere.

            E’ stato possibile individuare finora oltre 90 lavori cartografici da lui effettuati, alcuni di dimensioni ragguardevoli, che ci restituiscono, con precisione scientifica come moderne fotografie aeree, l’immagine di intere zone del territorio veronese e di quelli confinanti, con particolare attenzione per gli insediamenti abitativi.

Circa 40 di tali lavori sono conservati nel nostro archivio e un’altra decina, dei quali abbiamo recuperato i file in jpg, presso quello di Venezia.

            La mostra si propone di esporre i più interessanti: in originale quelli dell’Archivio di Stato di Verona e di alcuni privati e, in riproduzione, quelli dell’Archivio di Stato di Venezia.

            Una parte delle mappe saranno affiancate da un apparato di immagini attuali per consentire, soprattutto al mondo della scuola - che vogliamo privilegiare - utili confronti fra presente e passato.

            Saranno altresì esposti alcuni degli strumenti di cui si servivano gli agrimensori e i cartografi per dare maggiore completezza alla proposta culturale,  consentendo ai visitatori di meglio capire il lavoro del cartografo e la genesi delle mappe.

            La ricerca non pretende di essere esaustiva, considerato che l'esperienza dimostra come nuovi documenti iconografici  possono sempre emergere dagli scaffali di archivi pubblici o privati.

            Alla mostra sarà affiancato anche il relativo catalogo sempre a cura dello studioso e ricercatore Bruno Chiappa, auspicando che i contenuti di entrambe le iniziative arrivino al grande pubblico e alle giovani generazioni che vogliono avvicinarsi alle problematiche ambientali e allo studio del territorio.

            La mostra vuole essere anche un omaggio a tutti i cartografi che nell'arco di duecentocinquant'anni hanno contribuito a produrre un'ingente quantità di materiale cartografico rivelatosi elemento insostituibile per la conoscenza del territorio in un periodo storico in cui non si poteva disporre di catasti parcellari, con l'auspicio  che le categorie professionali preposte e gli amministratori della cosa pubblica possano trarne utili elementi per giungere ad una maggiore e più efficace programmazione del governo del territorio e a un più razionale uso delle acque.

.

Roberto Mazzei

Direttore dell’Archivio di Stato di Verona


       

 

La mostra resterà aperta dal 1 aprile al 1 maggio con i seguenti orari:

Da lunedì a venerdì: 9.00-13.00

Sabato e domenica: 15.00-18.30

Chiusura: dal 15 al 17 aprile.

Le visite guidate si effettuano, a titolo gratuito, per gruppi di almeno 10 persone.

Per informazioni: e mail as-vr@beniculturali.it o tel. 045594580

L’ingresso è libero e gratuito. 

 


 Locandina ridotta

 COMUNICATO STAMPA

Continua l'impegno MusALab alla conoscenza dei patrimoni con allievi della Scuola e dell'Accademia di Belle Arti di Verona.

La mostra su Miti e favole organizzata dal MusALab con la collaborazione degli allievi dell'Accademia delle Belle Arti di Verona e studenti del Liceo Maffei e Educandato agli Angeli in unaparte della sala studio dell'archivio di Stato di Verona è visitabile dal 23 marzo tutit i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15.00 alle 17.00 fino al 24 aprile con chiusra festiva il 17 aprile lunedì di Pasquetta.                                                                                          

 

logo  

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

DIREZIONE GENERALE ARCHIVI

ARCHIVIO DI STATO DI VERONA

Si comunica che lunedì 2 gennaio 2017  la sala di studio rimarrà chiusa per consentire agli addetti interni di effettuare la ricognizione del materiale archivistico.

L’Istituto rimarrà comunque aperto al Pubblico per tutti gli altri servizi.

LA DIREZIONE


            

Siete tutti invitati all'inaugurazione dell'evento "Ma che aspettate a batterci le mani. Omaggio a Dario Fo e Franca Rame.

Per le informazioni dettagliate sul programma si rinvia alla brochure contenuta nella link www.archivio.franca rame.it che trovate nella sezione link utili del sito.

Le esposizioni si terranno dal 22 dicembre 2016 al 20 gennaio 2017 secondo gli orari che troverete nella brochure.

Vi aspettiamo numerosi.

                                                                   LA DIREZIONE

                                                                  

  

                                                                       

                                                                         


                

.


                                                                               

                                                                      

                                                                            logo   

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

DIREZIONE GENERALE ARCHIVI

ARCHIVIO DI STATO DI VERONA


Si comunica che da lunedì 1 agosto 2016 le sale espositive del MusALab (Museo
Archivio Laboratorio ) Franca Rame Dario Fo saranno disallestite per consentire
l’inizio dei lavori di adeguamento strutturale delle sale medesime.
Pertanto, fino a nuovo avviso, le suddette sale espositive non sono visitabili.
Tuttavia è possibile richiedere in consultazione il materiale d’archivio cartaceo e
audiovisivo attualmente qui depositato, durante l’orario di apertura al pubblico delal
sala di studio che al momento è il seguente:
LU-ME-VE: 8.15-15.15;
MA-GI: 8.15-17.15
Per eventuali ulteriori informazioni rivolgersi al numero di centralini: 045-594580 o
scrivere alla seguente e-mail: as-vr@beniculturali.it.

                                                                                                                                               

                                                                                 LA DIREZIONE


 

                                                                                                                                                        

                                                                  

                                                                   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                              

 

 

Locandina mostra su BighignatoLocandina miti e favole in archivioLocandina miti e favole in archivio